ROPMUSIC un nuovo genere musicale?

ropmusic

Ognuno di noi ha una canzone preferita, una musica, una melodia e a volte basta solo qualche nota, qualche accenno, per risvegliare in noi emozioni, ricordi, per farci accelerare il battito, insomma è innegabile la musica ha un potente effetto su ognuno di noi, così profondo da influire sulle nostre emozioni più intime.

Consapevole di questo fatto, mi sono impegnato nell’approfondire l’effetto della musica su ognuno di noi, cercando nei vari generi musicali quelle melodie che possono spingerci a manifestare qualità positive.

Da questa ricerca è nato ROP MUSIC!

Ma cos’è il ROP MUSIC?

In un momento di difficoltà, di incertezza, di mancanza di principi di punti di riferimento, di valori, il ROP può essere sicuramente un’icona, una bandiera che usa una parola per trasmettere un modo di pensare, di vedere, di esprimere un atteggiamento, appunto la POSITIVITÀ, e lo fa principalmente con la musica, strumento potente che veicola con calma o forza,melodie lente o gravi, ma sempre con un atteggiamento positivo.

Martin Seligman padre della psicologia moderna dice che emozioni positive possono sviluppare nelle persone un atteggiamento positivo e di conseguenza mettere le persone in una condizione di benessere che permette di vivere la vita in modo più piacevole.

Come dicevo prima, la musica influisce su ogni aspetto della vita, influisce sul nostro umore e segna molti momenti della nostra esistenza!

Peter Rentfrow, docente di Psicologia sociale e dello sviluppo all’Università di Cambridge ha analizzato i gusti musicali di 2000 persone, mappando le preferenze in cinque dimensioni musicali:

  • Musica melodica (Pop e R&B): per personalità melanconiche e romantiche abituate alla ricerca di uno stato di calma.
  • Musica sofisticata (musica classica e jazz): per persone con una certa apertura mentale e
    predisposizione alla ricerca spirituale.
  • Musica senza pretese (country e rock’n’roll): è un genere semplice e diretto che piace a persone
    coscienziose e tranquille.
  • Musica intensa (punk o heavy metal): produce aggressività ed energia.
  • Musica contemporanea (rap, musica elettronica, acid jazz): da questi genere emerge l’amore per
    la velocità e il divertimento.

La musica dunque, “può influire sulla persona in vari modi, positivi e negativi”, questo ovviamente dipende dalla sensibilità e dalla capacità ricettiva del soggetto o persona.

Dal momento che ognuno di noi è diverso dagli altri, come ad un alimento o ad un farmaco rispondiamo soggettivamente individualmente in modo diverso, anche se vi sono degli standard di reazioni, così è per la musica.

Claudio Bonanomi, psicologo e musicoterapeuta, vicepresidente dell’Aim e direttore del Centro Arti Terapie di Lecco spiega: “Nella maggior parte dei casi un andamento musicale lento con assenza di ritmo e timbri lievi, dei violini ad esempio, induce uno stato di tranquillità. Non esiste però una regola: gli effetti che la musica può avere sulla mente delle persone variano da soggetto a soggetto. L’unico dato certo è che in qualche modo la musica influisce su di noi. Il flusso sonoro non tocca solo i nostri timpani, ma diffonde delle vibrazioni in tutto il corpo. Quello che ascoltiamo ci proietta in uno spazio-tempo differente”, conclude Bonanomi.

Quindi è un dato di fatto, la musica influisce su ognuno di noi in modo differente.

Quale musica ti piace? Sappi quindi che ha un profondo effetto!

Non potremo quindi vivere senza musica!

Lasciati quindi coinvolgere, cerca quei generi musicali che più ti assomigliano e lasciati influenzare da ciò che è positivo!

Su ROP MUSIC troverai sicuramente musica positiva che potrà migliorare le tua giornate.  http://www.ropmusic.it/una-conversazione-attorno-a-rop-music/

Ascolta ROP MUSIC Range of Positivity

Radio Rop

Pubblicato il sito Radio Rop, un nuovo modo di ascoltare la musica positiva!

Radio Rop

Maurizio Bello su Radio Rop:

Con questa radio é mio desiderio scovare mettere e rendere visibile dall’enorme calderone del mondo della musica quelle canzoni dal testo fondamentalmente positivo o perlomeno con qualche accenno a tale spirito anche se il suono e la parte strumentale nella scelta dei vari generi possa essere anche molto intensa e grave (ovviamente entro certi limiti) perché l’intensità o l’interpretazione di una canzone può o dovrebbe essere prettamente un discorso di gusto e o, in certi casi, la necessità di sentire qualcosa di più eccitante o nervino, come molte volte amo fare il paragone di colui che preferisce o desidera caffè o una bibita eccitante per tirarsi su, perché la musica in molti casi, se non quasi sempre, ha un potere stimolante o calmante notevole, e se me lo consentite per dire ciò, ho ideato o pensato a una parola MUSICINA attribuendogli appunto un effetto stimolante, per cui, da adesso in poi, parleremo solo di POSITIVO con poca o tanta musicina , e sarà interessante vedere una stessa canzone con lo stesso testo interpretata in modo molte volte completamente diverso dandole prima un effetto calmante oppure un effetto eccitante. Buon ascolto e scrivete pure, mandate le vostre impressioni e anche i vostri suggerimenti aiutandomi a cercare quelle canzoni con questa caratteristica (e con testo o traduzione in italiano)!

INTERVISTA ALL’ARENA

 “Ho inventato il Rop: rock e pop”

https://www.mauricemusic.it/rop/wp-content/uploads/2013/04/intervista_low.jpg

La chiama folgorazione. Un’intuizione passeggiando per le vie della musica. Maurizio Bello, imprenditore veronese con un passato da professionista nel mondo delle note a cavallo dei ruggenti anni 60′, ha inventato il Rop.

VEDI ARTICOLO

Intervista su radio RCS

https://www.mauricemusic.it/rop/wp-content/uploads/2013/04/intervista-rcs.jpg Sono stato intervistato su radio RCS   il17 maggio dalle 9 alle 11. Ho spiegato questa novità  del rop , che cosè e in cosa consiste  la positività nelle canzoni.
 Page 2 of 2 « 1  2